lunedì 25 gennaio 2010

La tecnologia è donna

Ci è voluto meno di un mese per farla capitolare.
Quando l'ha visto nuovo, bello e immacolato sotto l'Albero di Natale era entusiasta. "Che bello! E poi bianco, non ne avevo mai visti! COsì si intona con la tivvù! Grazie mille, il mio stava tirando gli ultimi".
Era talmente felice che ha ben pensato, il giorno successivo, di dare il colpo di grazia al suo, facendolo cadere con nonchalance, disintegrando metà schermo e decretando così defintivamente il suo addio a questo mondo.
Solo dopo ha approfondito la scoperta del nuovo arrivato, facendo una scoperta che ha destabilizzato le sue certezze. "Ehm... ma questo cellulare non ha i tasti".
"Certo è touchscreen!". Pazientemente le ho spiegato che ora le tastiere sono roba vecchia, che non si usano più. "Guarda, basta sfiorare lo schermo per far apparire numeri, mandare messaggi, inviare foto, collegarsi a internet...".
"Ma perchè anzichè la tastiera del cellulare non ne hanno disegnata una QWERTY come quella dei computer, che era più facile?".
E io che ne so? Da allora, qualcosa si è incrinato tra i due. E la mia coinquilina Alta ha iniziato a innervosirsi. "Non riesco a rispondere, come diavolo si fa?!?! e poi come cavolo si mandano i messaggi? gnn gnn (inconfondibile inflessione acida nella voce, ndr) ma sto c@##o di telefono..."
"Ma va che gioiellino di tecnologia amore, non ti arrabbiare"
"E come si fa a tornare indietro? e come si sblocca la tastiera-che-non-c'è...."
"Ma è facile, devi solo abituarti. E poi guarda che belle foto che fa"
"E come faccio a guardare? se muovo il telefono si muovono anche le foto! ferme ferme... questo telefono ha una vita propria"
Dopo una settimana senza telefonare, ricevere telefonate o mandare messaggi, si è arresa.
"Senti, hai presente quel cellulare che mi hai regalato a Natale... bello, eh. Ma io ne voglio uno normale. Posso fare cambio col tuo?"
"Ma il mio è vecchio!"
"Fa niente, almeno potrò riprendere i contatti col mondo"
"Sicura? non vuoi provare ancora un po'?"
"Sicura".
e così ora mi godo il mio nuovo cellulare touchscreen!

9 commenti:

  1. Ciao,
    sei sicuro che inconsciamente non gli hai regalato quello di telefonino perchè sapevi che non è molto tecnologica quindi poi lo avrebbe scartato a tuo favore
    ;-) Silvia

    RispondiElimina
  2. Quella alta non è sola, a quanto pare:
    http://www.iphoneitalia.com/caro-cellulare-sei-complicato-allora-non-ti-uso-16445.html

    L'anonimo collega.

    RispondiElimina
  3. @silvia
    Chi, io? Nooooooo!

    @anonimo collega
    volendo spezzare una lancia a favore della Alta, devo dire che anche per me non è proprio intuitivo come cellulare. Ma da qui a non riuscire a rispondere alle chiamate...

    RispondiElimina
  4. Prof. W. A. Plautmasch25 gennaio 2010 13:36

    Le sue soluzioni, illustrissimo BLOG, sono autentici colpi di genio. Nel mio trattato "Donne e cellulari, gioie e c@##i amari" espongo la teoria secondo la quale si tratta di due tecnologie in antitesi tra loro.
    Coesistono solo per assoluta necessità, anche se (occorre ammetterlo) in realtà sembrano fatti gli uni per le altre ...

    RispondiElimina
  5. beh sì sono fatti l'una per l'altro... nel caso in cui riescano a interagire, dopo è impossibile dividerle. Cerco il suo trattato su BOL e me ne faccio spedire subito una copia!

    RispondiElimina
  6. Fantastico, non avevo mai pensato a una conseguenza del genere! Ho la scusa perfetta per regalare/mi un bel iphone!

    RispondiElimina
  7. Hai ragione individuo pensante, ma attenzione! Sembra che l'iphone sia piuttosto facile da usare, quindi potrebbe esserci il rischio che ne sia capace (nooooo non è che io ne ho preferito un altro per questo motivo..... A S S O L U T A M E N T E !)

    RispondiElimina
  8. Ben fatto, amico! La prossima volta regalale direttamente un bel rasoio da barba elettrico ...

    RispondiElimina