lunedì 28 giugno 2010

Dialogo tra Plautmasch


Puntuale come le zanzare d'estate, ecco a voi il settimanale contributo del professor Plautmasch* a codesto blog. Dopo aver dissertato, nelle scorse settimane, di temi legati alla famiglia (che peraltro si possono ritrovare nella sua opera omnia "La famiglia non vive nella conchiglia"), questa settimana il nostro Plautmasch è alle prese con un argomento di scottante attualità.

“Allora, è pronto il pezzo?”
“No, questa volta non so cosa scrivere ..”
“Come non sai cosa scrivere?”
“Sono stravolto dal dolore … non so cosa scrivere … cosa vuoi che ti dica? Non ho idee ..”
“Ma non è possibile, lui fa affidamento su di te, ti ha consegnato il “suo” lunedì, non puoi tradirlo”
“Capirà. E’ un giovanotto simpatico e intelligente, sebbene bizzarro, quindi comprenderà perché questa volta non gli manderò nulla”
“ Ma … che dici? Siamo impazziti?”
“Sono distrutto, non lo capisci? D-I-S-T-R-U-T-T-O, affranto, stravolto: kaputt”
“Non puoi fare così: devi reagire. Tu sei un illustre accademico!”
“Ultimi! Siamo arrivati ultimi del girone! Che umiliazione … è la fine …”
“Non puoi farti coinvolgere in codesto modo! E’ pazzesco! Tu sei uno studioso, devi essere freddo e distaccato. E’ un occasione per analizzare questa situazione dal punto di vista socio-culturale. Che so, i soliti miliardari viziati che sono stati strapazzati dalla classe operaia”
“Ecchissenefrega da chi siamo stati strapazzati! Abbiamo pareggiato con la Nuova Zelanda, non lo capisci? La Nuova Zelanda!!!! Chi immaginava fino al mese scorso che in Nuova Zelanda giocassero anche a calcio? Nessuno!!!! E’ pazzesco!!!”
“Ma tu sei un premio Nobel, un premio Pulitzer, un premium Saiwa!!!”
“Già .. ma adesso bramo l’oblio, il nulla, un silenzio assoluto che mi circondi e che mi avvolga completamente. Tre gol dalla Slovacchia! Santi numi: dalla Slovacchia! Scommetto che quasi nessuno sa dove si trova questa Slovacchia!!! La vita adesso non ha più alcun senso”
“Pensa ai risvolti positivi, qualcuno esulta: radio Padania ..”
“Per la barba di Giove! Radio Padania … Bossi … Borghezio … la Trota ….Calderoli … ah, come soffro … condannati a una sofferenza sconfinata e devastante! Che cosa abbiamo mai fatto di così brutto per meritarci tutto questo?”
“Suvvia Plautmasch non puoi farti prendere da codeste banali emozioni”
“Mio caro Plautmasch le emozioni non sono mai banali … la passione non è banale, la passione è … passione. Dannazione Marcello: perché non hai convocato un Plautmasch?”
“Su questo ti do ragione: un Plautmasch avrebbe decisamente evitato un tale disastro …oh insomma: basta! Che intenzioni hai?”
“In codesto momento? Essere completamente solo … la vita alle volte assume il sapore dell’amaro assoluto”
“E il pezzo?”
“Lunedì prossimo, non oggi … e fammi un favore quanto te ne vai: portati via le mie vuvuzelas”




*Di lunedì il Corriere della Sera ha Alberoni, Beppe Grillo ha Marco Travaglio e questo Blog ha l'onore di ospitare il contributo del prof. Wildebrando Apollonius Plautmasch. Esperto in "Scienza del comportamento umano", il prof. Plautmasch di professione è tuttologo nonchè autore di molti trattati e libri che lui stesso non saprebbe probabilmente elencare al completo.

8 commenti:

  1. su, cerca di capire il suo dolore...e la vergogna...

    mammadipupetta con difficoltà (ah i computer questi sconosciuti!)a commentare

    RispondiElimina
  2. Sportivamente parlando stiamo effettivamente attraversando momenti di varia tragedia...
    Il calcio... beh, in famiglia non si segue poi così tanto, ma la figura è stata troppo imbarazzante... e poi le partite da torneo erano occasione sempre felice per incontrarsi con amici e soprattutto per distrarsi dall'Idrovora che esattamente ogni tre ore pretende il suo pasto.

    Ma soprattutto... Valentino...
    I uichend di motociclismo si sono trasformati in luttuosi bivaccamenti di canale in canale, nel tentativo di NON vedere Lorenzo che vince ma soprattutto, Valentino che NON corre.

    Quindi... vai con la millemillesima replica di Buffy e qualche antelucana puntata di MacGyver...

    Mamma mia...come la capisco dottore!
    LaCherry

    RispondiElimina
  3. anch'io ho riscontrato problemi a commentare il MIO blog medesimo, accidenti!
    Che dire, caro Prof, non è che nel ruolo di allenatori e arbitri l'Italia sia esattamente riuscita a riscattarsi... davvero una Caporetto questo Mondiale in Sudafrica!
    Ma vogliamo parlare della Rai che trasmette una partita al giorno? Passi per le eliminatorie, ma gli ottavi!!! Nemmeno Germania-Inghilterra ha trasmesso... è davvero scandaloso, alla faccia della globalizzazione!!!!

    @LaCherry: ma ma ma.... dunque è nato! E che bel nome hai scelto: L'Idrovora!!!! tutto bene?!!? Ci eri mancata!!!!

    RispondiElimina
  4. Plautmasch non so... ma di certo qualche altro nome di prestigio da portare c'era!!!
    A.

    RispondiElimina
  5. Plautmasch in depression mode...questo è preoccupante.
    Del resto, come biasimarlo?

    Susibita

    p.s. mi par di capire che sia nato qualcuno...congratulazioni al(La)Cherry allora =) !

    RispondiElimina
  6. Non so come questa mia intima elucubrazione sia finita nel BLOG, ma non fa nulla. E' stato un attimo di sbandamento che spero non capiti mai più (Prandelli pensaci tu!). La depressione è passata: voglio fare i miei più sinceri auguri a LaCherry: che bella notizia!!!! Ogni bimbo/a che nasce porta gioia e speranza ...

    RispondiElimina
  7. collega anonimo29 giugno 2010 10:07

    Professore, non può mollare anche lei, lei è un esempio. Tenga duro.

    Forza Italia! ... d'oh!

    RispondiElimina
  8. Ehi grazie a tutti per la partecipazione alla venuta al mondo di Dario, meglio noto come Idrovora!
    LaCherry

    RispondiElimina