martedì 2 febbraio 2010

Il revisore dei conti

Io ricopro il difficile ruolo di contabile della famiglia. Pago le bollette, stabilisco i tetti di spesa e cerco di far quadrare il bilancio familiare.
Bene, il mese di gennaio è stato un bagno di sangue.
Dopo una lunga analisi della situazione credo che i punti deboli siano sostanzialmente tre:

1) Aver allentato le redini nel campo "saldi". Tutto è partito da una premessa avventata: l'anno scorso la Alta è riuscita ad acquistare tutto in saldo per l'attuale inverno alla nostra coinquilina Bassa. Considerato che quella Bassa si cambia tre volte al giorno (peggio di me!) e che il ciclo lavo-stendo-asciugo in casa nostra è moooooolto lungo (farei notare che è stata eliminata la fase stiro, altrimenti era uguale avere i capi usa e getta, perchè ora che tornavano pronti o cambiava taglia o cambiava stagione), mi era sembrata una mossa intelligente e quest'anno l'ho avvallata, dando alla Alta il via libera agli acquisti coi saldi. L'anno scorso invece ero un po' scettico su questa strategia e gli acquisti erano stati più oculati. Ora che è arrivato l'estratto conto ho la certezza di aver commesso un errore.

2) Il supermercato vicino a casa nostra. Abbiamo la tessera gold e non solo siamo azionisti, ma amici di famiglia del signor Caprotti. Prima che aprisse il supermercato (la scorsa estate) facevamo una spesona alla settimana più rabbocchi. Adesso ogni giorno siamo al super e ormai tutti ci conoscono e salutano. Nonostante questo, in casa mancano sempre i generi di prima necessità. E spendiamo tanto, veramente tanto

3) L'amante dell'Enel. Sospetto che quella Alta abbia un amante che lavori all'Enel o che quantomeno ne possegga delle azioni. Lei lascia sempre tutte le luci accese e mica quelle a basso consumo, no, le altre.

Questo considerato, il piano d'azione è il seguente

1) I saldi graziealcielo sono quasi finiti. La Alta assicura che questo è il periodo migliore per comprare proprio perchè sono alla fine. Toccherà sequestrarle il bancomat

2) Ritornare alla spesona settimanale, eliminare prosciutto e formaggi e differenziare. Frutta e verdura al mercato, carne al macellaio, altre cose al discount che costa meno.

3) utilizzare delle candele

15 commenti:

  1. Ti sono vicino in questo momento difficile!

    Concordo con tutti e 3 i punti, il primo è forse più difficile dell'ultimo e la spesona settimanale anche secondo me fa risparmiare un sacco di soldi perché c'è un solo giorno a settimana per essere tentati dagli acquisti mentre se si va a spendere ogni giorno abbiamo più occasioni per autogratificarci!

    RispondiElimina
  2. Grazie individuo pensante per il tuo sostegno! hai ragione, però è difficile resistere perchè ci passo davanti tutte le sere mentre torno a casa dopo una lunga giornata di lavoro.. come diceva Wilde resisto a tutto fuorchè alla tentazioni!

    RispondiElimina
  3. non sai come ti capisco.. anche noi dilapidiamo le nostre fortune con la spesa 'giornaliera', inoltre abitando in una zona piuttosto centrale i prezzi sono più simili a quelli di un'oreficeria che non di un supermercato. comunque per sopperire a questo ho trovato un sito (www.zolle.it) dove una volta a settimana ti portano la spesa a casa e il tutto proviene dal lazio, forse ci sono cose simili anche nella tua zona. ma comunque già se fai un ordine on-line al tuo supermercato (quasi tutti ormai hanno questo servizio), risparmi in quanto acquisti solo cose della lista originaria, senza divagazioni. inizierò molto presto, che il quesito è nell'ordine del giorno di questo w-e.. ti farò sapere come procede. ;-)
    e.

    RispondiElimina
  4. Cara Emanuelas, già provato tutto ma in modo fallimentare. La frutta e verdura ce li facevamo portare con bioexpress... tutto buono e bello ma c'erano troppe verdure e troppa poca frutta. Dopo vari tentativi cambiando quantità abbiamo rinunciato perchè comuqnue dovevamo sempre andare al super.
    la spesa online anche secondo me fa risparmiare perchè ti "guida" sulle offerte e non sei distratto da quello che vedi... ma avendo il super sotto casa mi sembrava ridicolo.... ma potrei sempre cambiare idea!

    RispondiElimina
  5. :-((
    vuoi dirmi quindi, che siamo spacciati anche noi..??

    RispondiElimina
  6. Donna di cuori
    Re di denari
    Mai confondere i due aspetti
    Ho detto tutto ....

    RispondiElimina
  7. Ecco una possibile ricetta:
    Frutta e verdura nei mercatini rionali.
    Ipermercati: il meno possibile.
    Rivalutazione dei discount.
    In questo modo si risparmia un pochetto ...

    RispondiElimina
  8. @ emanuelas no dai! non ti arrendere in partenza! prova la spesa online e fammi sapere come va... magari siamo noi un caso patologico!

    @anonimo è vero. Sequestro subito il bancomat

    @meravigliao. Infatti questo è il piano d'azione. Ma ci vuole costanza nell'andare tutte le settimane appositamente al mercato o al discount... invece l'iper è già sul tragitto, comodo comodo e caro caro....

    RispondiElimina
  9. Un altro anonimo ....2 febbraio 2010 13:48

    Attenzione!
    La donna di cuori potrebbe dare un due di picche al re di denari.
    Sempre che non esca il Jolly ...

    RispondiElimina
  10. Che entusiasmo!
    Stiamo realizzando un "REALITY BLOG"!!

    RispondiElimina
  11. Ehm .. chiedo scusa .. con quel "stiamo" mi sono fatto prendere un po' la mano ...

    RispondiElimina
  12. La frase giusta è: Se il Re NON è di denari, la Donna di cuori diventa un Due di picche!

    RispondiElimina
  13. Pensa a quando il bancomat lo pretenderà quella Bassa, allora si che ci sarà da ridere!

    RispondiElimina
  14. @Bia: Già ... il BABBOMAT!

    RispondiElimina
  15. Comunque è vero che è adesso che si fanno i vari affari con i saldi!

    RispondiElimina