lunedì 8 febbraio 2010

La settimana del cos'è

Benvenuti nella settimana del cos'è.
Protagonista assoluta è la mia coinquilina Bassa dalla lingua lunga, che parlaparlaparla (sarà che l'uovo-che-fa-parlare-i-bambini ha funzionato davvero?).
Ormai ripete tutto, dice molto di sua iniziativa, è abile anche nel pronunciare le parole difficili (spostati, coccodrillo, eccola) e inizia anche a mettere insieme due parole (due a caso: "cane abbaia") e a contare ("uno, due, cinque").
La sua parola preferita della settimana è "cos'è". Lo chiede di tutto: coooos'è? con un tono cantilenante molto divertente. Cioè divertente una volta, due. Alla fine non si sopporta più. E in più inizia già a fare domande difficili.

"Cooos'è?"
"é una suora"
"Coooos'è?"
"Allora, una suora... è beh ecco..." Come cavolo si spiega una suora a una bimba di un anno e mezzo?

"Cooos'è?"
"Ma dove l'hai preso?"
"Cooos'è?"
"é colpa di quella Alta che lascia tutto in giro"
"Cooooos'è?"
"è un tampax"
"Pacsn. Cooos'è?"
"allora, un tampax... non vuoi andare a giocare con la cucina?!?!"

Lo sapevo. Dovevo comperare quel libro. Quando la Alta era incinta andammo in libreria per scegliere un libro di puericultura. L'unico che mi piaceva (sono contrario a tutti sti manuali che ti infarciscono di informazioni) si chiamava "Il mio papà sa tutto". Non ha voluto che lo comprassi perchè mi accusò di essere in preda a un delirio di onnipotenza. Oggi però sarebbe utile!

9 commenti:

  1. Su col morale, arriverà anche il tempo del "perchè?". Io e mia moglie a volte facciamo atti di puro equilibrismo dialettico ...

    RispondiElimina
  2. stavo per dire la stessa cosa di Meravigliao.. io non sono mamma, bensì babysitter.. "silvia, pecchè c'è la luna? pecchè è tardi? pecchè piove?? pecchè a natale nasce gesù? pecchè non hai il pisellino? pecchè, pecchè, pecchè???!"
    la fase dei perchè è più lunga della fase del cos'è, e anche più difficile da spiegare.. ma tu sei un papà pieno di risorse, e te la caverai benissimo!

    RispondiElimina
  3. grazie a tutti per la solidarietà. il fatto è che io sapevo della fase del perchè, ma quella del cos'è mi è giunta nuova e inaspettata. immagino che ci siano ancora molte fasi di cui ignoro l'esistenza...

    RispondiElimina
  4. Il Dirimpettaio9 febbraio 2010 19:36

    La cosa non mi stupisce, chissaperchè.
    Vedo che anche a casa segui la stessa linea editoriale il che, da un certo punto di vista, fa onore alla tua coerenza. Sto parlando de "IL VOSTRO COLLEGA SA TUTTO". Non so se quella Alta legge questo BLOG, sulla questione hai sempre nicchiato appellandoti al "quinto emendamento". Tuttavia nel caso lo leggesse deve sapere che ogni discussione da te affrontata in loco deve necessariamente finire col darti ragione, specie quando ti si gonfiano le vene sul collo nella tua perenne denuncia del complotto delle multinazionali che, secondo un tuo complicato teorema, falsano le statistiche per vendere i loro prodotti farmaceutici.

    RispondiElimina
  5. Ci saranno molte altre fasi, come quella immagino che stia affrontando in questo momento il figlio del PIVIUS, il PierPivius.
    Parlo della pericolosissima fase del "QUANTO?". Domanda espressa facendo strofinare energicamente contro di loro l'indice e il pollice della mano destra ...

    RispondiElimina
  6. I bambini non smettono mai di stupirci e, confesso, anche io sono stata messa a dura prova ai "perché?" delle mie figlie. Quel periodo sembrava non finire, anzi forse non l'abbiamo superato ancora. Ma le mie sono curiose croniche!
    Bello il mondo della famiglia visto con gli occhi attenti di un papà!

    RispondiElimina
  7. Un anonimo Papà9 febbraio 2010 21:29

    1) Ma come ha fatto ad entrare lì dentro?
    2) Ma come farà a uscire?
    La seconda domanda formulata mentre tenta di aprire la bocca della madre incinta ... la fase dei "perchè" e dei "cos'è" è una bazzecola al confronto ...

    RispondiElimina
  8. @ dirimpettaio: è tutto un complotto e ve lo dimostrerò. Io-che-so-tutto ne ho le prove.

    @meravigliao: secondo me il pierpivius, come il padre, è una di quelle persone che non deve chiedere mai quanto costa

    @micol: certo che è una fase estenuante, ci vuole una gran pazienza, cultura e fantasia

    @anonimo Papà: beh beh sarebbe interessante sapere come ve la siete cavata con le risposte....

    RispondiElimina
  9. Cioè, fammi capire... il tuo angioletto di 1 ANNO E MEZZO sa già dire "coccodrillo" e il mio nipotino di 2 anni e mezzo ha imparato solo ora a dire "eccolo"?!
    Ah, per le suore, la mia sorellina fece la stessa domanda a mia madre una volta in farmacia, non me lo scorderò mai: "Mamy chi è quella?? E' la befana??? E i regali???"
    BHUAHUAHUA!!

    RispondiElimina