martedì 25 maggio 2010

La stratega

Sera, a casa.
Sono sul divano e guardo la televisione.
"Papà, apri cracker?"
Siccome sto guardando la televisione e sono un uomo, la mia attenzione è rivolta a quello che sto vedendo in questo momento, che non so cosa sia ma è sicuramente la cosa più interessante che io abbia mai visto e dalla quale non posso distrarmi. E poi io ho la capacità di focalizzarmi su un solo obiettivo alla volta, difficilmente posso ascoltare qualcuno mentre guardo la televisione. E se mi trovo un pacchetto di cracker in mano e sento una voce che dice "apri", lo apro senza farmi troppe domande.
Faccio per prendere il pacchetto quando sento tuonare una voce alle mie spalle: "NON OSARE APRIRE QUEL PACCHETTO!!! Punto primo sono le 10 di sera e non si mangiano cracker alle 10 di sera, punto secondo sono tutti sbriciolati e finiranno sul divano e punto terzo le ho già detto io di no, se ora tu lo apri vanifichi i miei sforzi educativi".
Lo restituisco alla Bassa e le spiego: "No, Bassa, non si può perchè blablabla".
La Bassa reclina la testa, sbatte le palpebre e mi chiede con voce dolce:
"Papààà, apri cracker?"
"No" dico, inflessibile. Anche perchè la Alta mi tiene un revolver puntato sulla schiena.
Allora tenta con la strategia imperativa:
"Papà! Apri cracker!"
Alla risposta negativa, entra dunque in funzione la modalità "hammer": "Apricrackerapricrackerapricrackerapricracker" (che peraltro è uno sciolilingua interessante).
Constatato il fallimento anche di questa strategia, si prova con la modalità "sceneggiata napoletana" che prevede un colorito melodramma in cui lei si butta per terra e urla "UEEEEE....... APRIII CRACKERRRR..... UEEEEEEEEEEE"
Ma io sono inflessibile (il revolver sulla schiena aiuta).
Constatato il fallimento delle sue tecniche, la Bassa annuncia solenne. "Vado via a casa mia".
E se ne va.

9 commenti:

  1. Massicci!!!!!

    RispondiElimina
  2. Grande Alto!
    Ammettilo, è stato tutto merito del revolver puntato alla schiena, vero?

    RispondiElimina
  3. Prima o poi la Bassa se ne andrà veramente, a casa sua. :D

    RispondiElimina
  4. Cominciamo a riflettere: se la casa che la Bassa chiama sua... in realtà è la stessa casa che è vostra... prima o poi è probabile che voi due finiate fuori di casa...
    LaCherry
    (già sfinita dopo solo 3 gg full time a casa con il Mostro)

    RispondiElimina
  5. Beati voi! Jack segue la stessa trafila ma con una variante sul finale: non se ne va "a casa sua" bensì resta e passa all'attacco finale prendendo a testate il malcapitato genitore!

    RispondiElimina
  6. @nobilmantis :-)

    @anonimo: diciamo che ha aiutato, il revolver...

    @wasperina: sì se ne andrà a casa sua... ma a 21 mesi mi sembra francamente un po' prestino...

    @LaCherry: molto probabile che ci defenestri. Sorte che, peraltro, pare ci accomuni visti gli esiti della tua mammitudine full time

    @cla: le testate sono un sistema efficace più di mille parole, effettivamente.

    RispondiElimina
  7. Caro Papàeccetera... eh no!... noi stiamo insegnando al Mostro che casa Sua, sarà la casa dei Nonni...
    Bisogna essere più strateghi degli strateghi per sopravvivere ed assicurarsi una tranquilla età pensionabile (ammesso di arrivarci vivi, ovvio). ;-)
    LaCherry

    RispondiElimina
  8. @LaCherry: strategia interessante. mi complimento molto. allora è vero, come ho letto da qualche parte, che le donne incinte sono più intelligenti... :-)

    RispondiElimina
  9. saranno gli ormoni benefici, oltre ai capelli si vede nutrono anche la sostanza sottostante... Con il prossimo Mostrino in arrivo, faremo campagna perché inizi sin da piccolo ad apprezzare, appunto, le gioie della campagna e quindi ad ambire alla casa degli Altri Nonni... ;-P
    LaCherry

    RispondiElimina