giovedì 6 maggio 2010

La goccia che fa traboccare il lavandino



La nostra casa ha un arredamento low cost con una sola eccezione: la micro cucina.
Per lei non abbiamo quasi badato a spese. Siamo addirittura andati da quei succhiasangue dei mobilieri (pur scegliendone uno "middle cost") e abbiamo scelto una cucina comepiaceanoi.
Considerando che solo la cucina si è presa un bell'80% del totale del budget stanziato per il mobilio, tornando indietro andrei all'Ikea e ne prenderei due o forse tre di cucine, ma questa è un'altra storia.
Presi dall'entusiasmo, abbiamo pure scialato su alcuni dettagli, tipo il rubinetto, che quella Alta voleva assolutamente grande e maestoso. E poi era tutta orgogliona e se ne pavoneggiava con gli amici durante le visite guidate che facevamoi primi tempi nel tre micro locali (anche perchè, per lungo tempo, la cucina era stata l'unica stanza arredata della casa... con quello che c'era costata!).

Tuttavia vorrei concentrarmi su questo rubinetto che vedete nella foto, marca Franke, che ci è costato una fucilata.
"Però è bello" diceva la Alta e infatti l'abbiamo preso.
Bello è bello. é rotante in tutte le direzioni e si può staccare per dirigere il getto d'acqua ad alta velocità dove si preferisce. Poi si può scegliere tra due getti: il getto pioggerellina d'aprile e quello acquazzone d'agosto.
Solo che ha un piccolo difetto.
Perde acqua.
Dalla base.
Sempre.
Le conseguenze sono che la base resta sempre bagnata e in più, avendo un'acqua molto dura, quando asciuga resta pure l'alone bianco del calcare sullo sfondo nero.
"Però è bello" insiste la Alta.
Sarà bello da vedere, ma devi concentrarti a guardare solo quello e non il contorno.

Ovviamente da bravo uomo di casa quale sono mi attivo per risolvere il problema.

Step 1
- Chiamo il mobiliere, perchè si sa che il valore aggiunto di non acquistare in un grande magazzino è che si paga un po' di più, ma hai l'assistenza. E come no?
Risposta: "Guarda, io posso anche venire ma non ho la più pallida di come fare".

Step 2 - Chiamo l'idraulico che è disarmante nella sua sincerità (ed è lo stesso già consultato per il wc intasato, ndr): "Guarda, io posso anche venire ma non trattiamo questa marca e non saprei da dove iniziare. La verità è che questi rubinetti li fanno pagare un sacco e poi non vanno".

Step 3. Cerco su internet e scopro dell'esistenza di certi filtri anticalcare venduti dalla Franke e ipotizzo che questo possa essere all'origine del problema. Richiamo mobiliere e idraulico e sono concordi nel dire che non servono per il mio problema.

"Però è bello" si intestardisce la Alta.
"Cambiamolo" dico io
"Giammai! con tutto quello che l'abbiamo pagato deve durare almeno 20 anni"
Appunto, con tutto quello che l'abbiamo pagato mi devo anche tenere le macchie bianche sul lavandino nero? Giammai!

La beffa. Per la cronaca, prima avevamo un rubinetto pagato 20 euro che funzionava così bene... che ora l'hanno preso i miei suoceri e lo usano con entusiasmo. E non perde neanche una goccia.

18 commenti:

  1. ...serve un cilicio?
    LaCherry

    RispondiElimina
  2. io ne ho uno simile preso all'ikea... carucico anche quello, e non fa le pioggie di stagione.... ma devi regolartele tu....pero funziona ma prende un sacco di polvere!
    beffy2

    RispondiElimina
  3. Ribadisco, PENTITEVI pubblicamente per aver abbandonato i prodotti IKEA seguendo un sogno irrealizzabile. Mostrate un sincero pentimento e verrete perdonati!

    RispondiElimina
  4. vabbe' anch'io ribadisco che non si deve mai abbandonare Sant'IKEA.
    Comunque, spruzzare aceto bianco puro dove si concentra il calcare puo' limitare i danni estetici.

    RispondiElimina
  5. Papàciaocacao6 maggio 2010 13:44

    grazie a tutti per le offerte di cilicio, ovviamente ben accette.
    e cmq, Mr Ikea, vedi cosa dice Beffy2: quello dell'ikea prende polvere!!!

    Manu: grazie per il consiglio dell'aceto, ma visto che perde acqua ogni volta che lo si apre, temo che dovremmo utilizzarlo sempre!

    Papà Alto (troppo pigro anche per loggarsi)

    RispondiElimina
  6. Scusami ma perde acqua alla base (non basterebbe del silicone?) oppure esce da sopra e scorrendo lungo il fusto sembra che l'acqua esca dalla base?

    RispondiElimina
  7. Papaciaocacao7 maggio 2010 09:38

    @jane e wasperina: ve lo regalo!

    @mammagiovane idraulica: complimenti per l'acuta osservazione! dopo un'attenta osservazione ho constatato che l'acqua esce da sopra e scorre lungo il fusto... :-(

    RispondiElimina
  8. noi, sposi quasi undici anni fa, ricevemmo una lavatrice nuova tra i regali; incinta del secondo figlio decisi di sostituirla con una lava-asciuga e mia suocera si offrì di prendere la "vecchia"; incinta del terzo la lavasciuga morì e comprammo una nuova lavatrice...la "vecchia" ancora funziona...a casa di mia suocera!

    RispondiElimina
  9. "Chi lascia la lavatrice vecchia per quella nuova, sa quello che lava ma non sa come lo trova!. Una volta le cose erano fatte per durare a lungo ...

    RispondiElimina
  10. Aceto per il calcare è una soluzione, per quanto transitoria, il problema andrebb risolto alla radice ossia eliminando la perdita. Ma si sa: i mobilieri vendono e non assistono (men che meno su un accessorio), l'idraulico invece dovrebbe essere l'uomo giusto al posto giusto. Secondo me lo puoi stimolare dicendo che se non viene a risolverti il problema lo denunci alla Guardia di Finanza!!! Insomma, scherzi a parte, bisogna che tu insista con questo idraulico, il problema lo può risolvere solo lui (magari con un po' di teflon a tenuta intorno alla perdita...)
    desian (sloggato)

    RispondiElimina
  11. @anonimo lavatrice: ci sono periodi dell'anno (soprattutto l'autunno, quando piove sempre e non vanno i riscaldamenti) che mia moglie venderebbe un rene per la lavasciuga... da non sottovalutare i vantaggi che ti ha portato rispetto a una "normale" lavatrice...
    anche se per poco!

    @nobilmantis= una saggezza senza tempo

    @desian sloggato: ... e invece se ne è lavato le mani (che poi, essendo idraulico, viene meglio!) anche perchè non si capisce proprio da che parte smontarlo!!!

    RispondiElimina
  12. Ma...toglierlo e metterne uno normale che funzioni bene? Solo un'idea...

    RispondiElimina
  13. Anche noi abbiamo un rubinetto Franke simile al vostro da far vedere agli amici ...ma le sue prestazioni non valgono quello che costa ...il miscelatore ( ugualeidenticospiccicato al tuo) rischia ogni volta di mandarmi al reparto ustionati ...perche' non miscella ...ovviamente!!!!

    RispondiElimina
  14. Figurati se un idraulico si scomoda per una piccola perdita! Io sto ancora smadonnando con il mio termosifone che perde e a furia di perdere mi ha fatto gonfiare l'armadio! L'idraulico l'ho chiamato a dicembre e ancora non s'è visto... mal comune...
    Magari al tuo rubinetto basta cambiare la guarnizione...

    RispondiElimina
  15. @manu: infatti è quello che dico anch'io... ma la Alta non vuole perchè dice che con quello che c'è costato deve durare almeno 20 anni... °___°

    @silvia: pare di capire che i rubinetti Franke abbiano un ottimo successo di pubblico nelle visite guidate alle case... ma sia meglio averli solo d'esposizione

    @sabrina: ahi ahi il termosifone e gli idraulici inadempienti... in realtà il mio idraulico lo ha dato proprio per spacciato, il nostro... e non si capisce nemmeno se esistano delle guarnizioni...

    RispondiElimina